Archivi tag: natura a milano

NOVITA’ – DI PARCO IN PARCO IN BICICLETTA: Parco Sempione, CityLife, Portello e Monte Stella

itinerario guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

NOVITA’

L’itinerario in bicicletta ci porta a scoprire alcuni dei parchi sia storici che contemporanei di Milano.

Si parte dallo storico Parco Sempione, realizzato a fine Ottocento al posto della Piazza d’armi, secondo il modello del giardino romantico inglese, in cui si sono inseriti nei decenni vari monumenti ed opere d’arte; si passa poi dal Parco Vergani, ricavato su una parte del sedime dell’ex-Scalo Sempione.

Quindi si arriva ai contemporanei (entrambi in via di completamento) Parco CityLife, dominato dalle Tre Torri dell’omonimo quartiere costruito sull’area dell’ex-Fiera, con il parco delle sculture Artline, e al Parco Industria Alfa Romeo – Portello, caratterizzato da 2 collinette e dal disegno con linee curve, realizzato sull’area della storica industria lombarda di automobili Alfa Romeo.

Si termina passando dal quartiere modello QT8, progettato dall’arch. Bottoni per l’Ottava Triennale nell’immediato dopoguerra, che comprendeva anche il Monte Stella o, come la chiamano i milanesi, la “Montagnetta”, realizzata con i detriti degli edifici distrutti dai bombardamenti; sulla vetta, 60 m sopra il livello della città, potremo vedere Milano dall’alto.


  • Ritrovo: ore 10 in piazza del Cannone, tra Parco Sempione e Castello Sforzesco, muniti di bicicletta (meglio con cambi e ruote robuste)
  • Percorso: 13 km circa, sulle piste ciclabili, su strade asfaltate, su sentieri e sterrato
  • Dislivello: 2 ponti ciclabili di attraversamento stradale con rampe all’8% e salita di 60 m. su ghiaietto al Monte Stella per arrivare in cima
  • Arrivo: verso le ore 12 in cima al Monte Stella
  • Durata: 2h circa, comprensive di soste con spiegazioni
  • Costo: € 15, € 10 per under 18, € 7 per under 10
  • Note: portare acqua per l’ultima salita, per cui è meglio bicicletta con cambi

 

NOTE NOVITA’
Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 2 ore
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 15, under18 € 10, under10 € 7

Interventi nell’AREA dell’EX-FIERA: TRE TORRI e Residenze CITYLIFE

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

Residenze Hadid+fontana

Nel quartiere storico della ex-Fiera Campionaria è in atto una grande trasformazione urbana, che sta cambiando il volto e lo skyline di Milano: l’area è stata oggetto di un concorso internazionale di riqualificazione, vinto nel 2004 dalla cordata CityLife.

Il progetto, firmato da architetti di fama internazionale, è una sorta di città nella città: prevede la realizzazione di aree residenziali, tre torri a destinazione direzionale, spazi per il commercio, varie strutture dedicate al tempo libero e ai servizi, e un grande parco urbano.

Il nuovo quartiere è attraversato da percorsi pedonali e ciclabili, dalla nuova linea 5 delle metropolitana (con una fermata ai piedi delle Tre Torri), mentre viabilità e parcheggi sono tutti interrati. Infine il nuovo Centro Congressi MiCo (nell’area di Fieramilanocity) è stato inaugurato a fine 2011.

Attualmente sono terminate ed abitate le 3 aree residenziali, che si affacciano verso la città storica (e stanno costruendo l’ultima), e più di metà del Parco: le Residenze Hadid sono caratterizzate da linee sinuose e morbide, mentre le Residenze Libeskind da linee spezzate e da grandi terrazze e vetrate. Si stanno costruendo i 3 lotti mancanti di queste ultime residenze (Libeskink 2), con altezze più contenute a raccordo con la città esistente e con unità immobiliari di taglio più piccolo.

Inoltre nel primo grattacielo, Torre Isozaki,  gli uffici dell’Allianz sono diventati operativi da inizio 2017; il secondo, Torre Hadid o Generali, è stato terminato (a luglio 2018 sono stati trasferiti gli uffici), mentre il Podium alla sua base, con funzioni commerciali, di servizio e di intrattenimento, è stato inaugurato a fine 2017 ed è diventato un luogo di attrazione per la città. Il terzo grattacielo, Torre Libeskind o PwC, dopo più di 3 anni di lavori, è stato appena inaugurato.

Infine un Asilo nido ecosostenibile è stato realizzato nel Parco, in cui sono state collocate a partire dal 2018 le sculture del progetto ArtLine.


Essendo i grattacieli privati non è consentito salirvi se non in speciali occasioni, pertanto la visita è solo in esterno.

 

 

NOTE Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 2 ore e 15 minuti
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 15

NOVITA’ – BELLEZZE IN BICICLETTA NEL PARCO DI MONZA

itinerario guidato da Debora Lo Conte, architetto e guida turistica

NOVITA’

Una passeggiata in bicicletta tra le bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche del Parco di Monza, un vero “monumento verde” voluto agli inizi dell’Ottocento da Eugenio de Beauharnais, figliastro di Napoleone e Viceré d’Italia, luogo ideale per le battute di caccia e la produzione agricola a servizio della villa e non solo.

Antiche cascine, nuovi padiglioni ed eleganti ville si alternano a campi coltivati, prati erbosi e boschi, in un sapiente ed accorto equilibrio paesaggistico sullo sfondo delle Prealpi lombarde.

A fine Ottocento, ampiamente apprezzato anche dai Savoia che lo aprirono al pubblico in alcuni giorni della settimana, divenne meta delle gite fuori porta dei milanesi che qui arrivavano grazie alla nuova “strada ferrata”.

Dopo la Grande Guerra un nuovo ruolo lo aspetta: luogo per il divertimento ed il tempo libero della borghesia d’inizio secolo. Un nuovo ippodromo celebra la mondanità ed il mito della velocità che, ancora oggi, ha nell’autodromo, costruito in quegli stessi anni, il suo tempio.

Una passeggiata in bicicletta nella Storia.


  • Ritrovo: ore 10 presso Cascina Bastia, muniti di bicicletta.
  • Arrivo: verso le ore 12 presso Cascina Bastia
  • Durata: 2h circa, comprensive di soste con spiegazioni
  • Costo: € 15, € 10 per under 18, € 7 per under 10
  • Note: è possibile noleggiare le biciclette alla cascina Bastia (molto vicino al parcheggio) al costo di 4 €/ora

 

NOTE NOVITA’
Durata 2 ore
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 15, under18 € 10, under10 € 7

NOVITA’ – Forme, colori e profumi nel ROSETO e nei GIARDINI della VILLA REALE di MONZA

visita guidata da Debora Lo Conte, architetto e guida turistica

NOVITA’

Nel mese di maggio il Roseto della Villa Reale di Monza si tinge di mille colori e sprigiona infinite fragranze.
Colori e profumi che fanno da cornice alle tante storie che questo luogo racconta a partire da quella del suo fondatore, Niso Fumagalli, e dei tanti personaggi legati al mondo della rosa, tra cui regine e dive del cinema.
Un roseto moderni in un luogo antico.
Originalmente parte dei Giardini della Villa dell’arciduca Ferdinando d’Asburgo, l’area ne ospitava il frutteto. Da qui il percorso prosegue sul retro della villa per raccontarne la trasformazione da giardino alla francese a giardino all’inglese, ripercorrendo la storia del luogo e dell’idea stessa di giardino tra Settecento e Ottocento.
Una passeggiata nel verde e nella storia.

 

 

NOTE NOVITA’
Durata 1 ora e 30 minuti
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 12

Interventi nell’AREA dell’EX-FIERA: TRE TORRI e Residenze CITYLIFE

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

Residenze Hadid+fontana

Nel quartiere storico della ex-Fiera Campionaria è in atto una grande trasformazione urbana, che sta cambiando il volto e lo skyline di Milano: l’area è stata oggetto di un concorso internazionale di riqualificazione, vinto nel 2004 dalla cordata CityLife.

Il progetto, firmato da architetti di fama internazionale, è una sorta di città nella città: prevede la realizzazione di aree residenziali, tre torri a destinazione direzionale, spazi per il commercio, varie strutture dedicate al tempo libero e ai servizi, e un grande parco urbano.

Il nuovo quartiere è attraversato da percorsi pedonali e ciclabili, dalla nuova linea 5 delle metropolitana (con una fermata ai piedi delle Tre Torri), mentre viabilità e parcheggi sono tutti interrati. Infine il nuovo Centro Congressi MiCo (nell’area di Fieramilanocity) è stato inaugurato a fine 2011.

Attualmente sono terminate ed abitate in molta parte 3 aree residenziali, che si affacciano verso la città storica, e più di metà del Parco: le Residenze Hadid sono caratterizzate da linee sinuose e morbide, mentre le Residenze Libeskind da linee spezzate e da grandi terrazze e vetrate. Inoltre nel primo grattacielo, Torre Isozaki,  gli uffici dell’Allianz sono diventati operativi da inizio 2017; il secondo, Torre Hadid o Generali, è stato terminato (a luglio 2018 sono stati trasferiti gli uffici), mentre il Podium alla sua base, con funzioni commerciali, di servizio e di intrattenimento, è stato inaugurato a fine 2017 ed è diventato un luogo di attrazione per la città. Il terzo grattacielo, Torre Libeskind o PwC, dopo più di 2 anni di lavori, è in via di completamento. Infine un Asilo nido ecosostenibile è stato realizzato nel Parco, vicino all’orto urbano.


Essendo i grattacieli privati non è consentito salirvi se non in speciali occasioni, pertanto la visita è solo in esterno.

 

 

NOTE Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 2 ore
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 15

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

NOVITA’ – Arte e Natura nella VILLA REALE DI MONZA

itinerario guidato da Debora Lo Conte, architetto e guida turistica

NOVITA’

Quante cose può raccontare un giardino?

A Monza sul finire del ‘700, Ferdinando d’Asburgo Lorena realizza la sua dimora di campagna, regina tra le ville di delizia della Brianza.

Il percorso che parte dalla villa si svolge nei suoi giardini, dove l’architettura e la geometria si estendevano dai muri di sale e corridoi a viali ed aiuole e dove, ancora oggi, trova posto il primo giardino all’inglese italiano, in cui sono la pittura e la poesia a suggerire vedute e scorci di natura.

Prosegue a bordo di un trenino nel parco, tenuta voluta da Napoleone per unire lo svago della caccia alla sperimentazione nell’agricoltura e nell’allevamento, inglobando le cascine di campagna e la villa di delizia dei conti Durini in un disegno unitario che parte dalla trasformazione ottocentesca dei vecchi giardini.

Per finire con gli inizi del XX secolo, quando il parco diventa pubblico e fanno il loro ingresso ippodromo ed autodromo per il divertimento della nuova borghesia capitalista.

Un paesaggio fisico che cambia insieme al paesaggio culturale che lo crea.


Dalla riapertura dopo l’emergenza sanitaria all’interno degli Appartamenti Reali non sono permesse visite guidate da guide esterne. Per tale motivo la guida illustrerà le architetture solo dall’esterno.
Per prenotare la visita all’interno degli Appartamenti visitare il sito:
www.reggiadimonza.it
https://www.ticketone.it/artist/villa-reale-appartamenti-reali-cumulativo/
(Si consiglia di prenotare l’eventuale turno di visita agli Appartamenti non oltre le ore 14:00 e non prima delle ore 17:00)

 

NOTE NOVITA’
Durata 2 ore
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 15
Costi aggiuntivi biglietto trenino € 5

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

Interventi nell’AREA dell’EX-FIERA: TRE TORRI e Residenze CITYLIFE

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

Residenze Hadid+fontana

Nel quartiere storico della ex-Fiera Campionaria è in atto una grande trasformazione urbana, che sta cambiando il volto e lo skyline di Milano: l’area è stata oggetto di un concorso internazionale di riqualificazione, vinto nel 2004 dalla cordata CityLife.

Il progetto, firmato da architetti di fama internazionale, è una sorta di città nella città: prevede la realizzazione di aree residenziali, tre torri a destinazione direzionale, spazi per il commercio, varie strutture dedicate al tempo libero e ai servizi, e un grande parco urbano.

Il nuovo quartiere è attraversato da percorsi pedonali e ciclabili, dalla nuova linea 5 delle metropolitana (con una fermata ai piedi delle Tre Torri), mentre viabilità e parcheggi sono tutti interrati. Infine il nuovo Centro Congressi MiCo (nell’area di Fieramilanocity) è stato inaugurato a fine 2011.

Attualmente sono terminate ed abitate in molta parte 3 aree residenziali, che si affacciano verso la città storica, e più di metà del Parco: le Residenze Hadid sono caratterizzate da linee sinuose e morbide, mentre le Residenze Libeskind da linee spezzate e da grandi terrazze e vetrate. Inoltre nel primo grattacielo, Torre Isozaki,  gli uffici dell’Allianz sono diventati operativi da inizio 2017; il secondo, Torre Hadid o Generali, è stato terminato (a luglio 2018 sono stati trasferiti gli uffici), mentre il Podium alla sua base, con funzioni commerciali, di servizio e di intrattenimento, è stato inaugurato a fine 2017 ed è diventato un luogo di attrazione per la città. Il terzo grattacielo, Torre Libeskind o PwC, dopo più di 2 anni di lavori, è in via di completamento. Infine un Asilo nido ecosostenibile è stato realizzato nel Parco, vicino all’orto urbano.


Essendo i grattacieli privati non è consentito salirvi se non in speciali occasioni, pertanto la visita è solo in esterno.

 

 

NOTE Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 2 ore
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 15

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

IL PARCO SEMPIONE: tra arte, storia e natura

Itinerario guidato da Monica Torri, architetto e guida turistica

Ponte_delle_Sirenette

Ponte delle Sirenette

Il grande parco che si stende tra il Castello e l’Arco della Pace è oggi un frequentato giardino, in cui trascorrere il tempo libero nel verde, tra svago e relax. Ma pochi ne conoscono la storia, che il racconto della memorabile Esposizione del 1906, più volte citata parlando di Expo, ha solo fatto intuire. Una storia che risale al tempo dei Visconti e degli Sforza che in questo spazio, tra città e campagna, avevano la loro immensa tenuta di caccia e persino un serraglio d’animali feroci. Trasformato durante la dominazione spagnola in una piazza d’armi per le truppe alloggiate nel Castello, il futuro Parco Sempione prende le forme del giardino all’inglese alla fine dell’Ottocento, per diventare il secondo grande giardino pubblico dopo i Giardini di Porta Venezia.

Da allora, più volte trasformato e ridisegnato, il Parco affianca alla sua anima nobile, quella decisamente più popolare di spazio pubblico. Si popola quindi di monumenti come quello a Napoleone III del Barzaghi, compare il Ponte delle Sirenette, vi trovano sede le installazioni più recenti di Arman, di De Chirico con i suoi Bagni Misteriosi e poi di Burri che nel 1973 costruisce per la XV Triennale il suo tormentato Teatro Continuo. E nel frattempo il verde, ormai centenario si popola di edifici tra i più rappresentativi della città: demolita le fortificazioni del Castello, se ne usano le pietre per costruire l’Arena Civica; sorge l’Acquario, il Padiglione delle Acque dell’Esposizione del 1906; sorge il Palazzo dell’Arte, crogiuolo di opere dell’arte italica del Ventennio; sorge la Torre Branca che, mimando la Torre metallica di Parigi, porta la firma di Gio Ponti e sorge la bellissima Biblioteca del Parco. La visita terminerà presso l’Arco della Pace.

Progetti e aspirazioni, non ultima la bagarre sull’opera di Burri, si susseguono e trovano spazio in questo magnifico giardino, sotto l’occhio pacifico di alberi secolari e delle pattuglie di papere che l’hanno scelto come propria dimora.

 

 

NOTE Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 2 ore
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 15

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

Dal QT8 all’area del PORTELLO: Parco e nuove architetture

itinerario guidato da Monica Torri, architetto e guida turistica

Mappa_ParcodelPortello

Nella Milano del dopoguerra, un gruppo di architetti capeggiati da P. Bottoni sperimentava un nuovo concetto di quartiere urbano, fondato su un razionale impianto urbanistico e su tecnologie costruttive d’avanguardia, con case a basso costo immerse nel verde privato e legate al grande parco del Monte Stella. E il Quartiere, sorto in occasione dell’VIII Triennale (da cui il nome di QT8), divenne in breve un modello progettuale per le future generazioni.

Oggi a breve distanza dal QT8, nella zona che ai primi del Novecento vide sorgere la storica fabbrica dell’Alfa Romeo, l’Area del Portello rivive con un progetto contemporaneo firmato da G. Valle, C. Zucchi, G. Canali. Residenze libere e in convenzione, edifici direzionali e commerciali che, sostituendosi ai vecchi stabilimenti, restituiscono alla città un’area enorme, incentrata sul grande parco-scultura che lo Studio Land ha creato, ricollegandosi sia al mito della velocità delle mitiche auto dell’Alfa, sia al sinuoso profilo del vicino Monte Stella.

 

 

NOTE Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 2 ore
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 15

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

Forme, colori e profumi nel ROSETO e nei GIARDINI della VILLA REALE di MONZA 

visita guidata da Debora Lo Conte, architetto e guida turistica

Villa Reale di Monza

Nel mese di maggio il roseto della Villa Reale di Monza si tinge di mille colori e sprigiona infinite fragranze.
Colori e profumi che fanno da cornice alle tante storie che questo luogo racconta a partire da quella del suo fondatore, Niso Fumagalli, e dei tanti personaggi legati al mondo della rosa, tra cui regine e dive del cinema.
Un roseto moderni in un luogo antico.
Originalmente parte dei giardini della villa dell’arciduca Ferdinando d’Asburgo, l’area ne ospitava il frutteto. Da qui il percorso prosegue sul retro della villa per raccontarne la trasformazione da giardino alla francese a giardino all’inglese, ripercorrendo la storia del luogo e dell’idea stessa di giardino tra Settecento e Ottocento.
Una passeggiata nel verde e nella storia.

 

 

NOTE
Durata 1 ora e 30 minuti
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 12

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!