Archivi tag: torre Unicredit

NOVITA’ – Il Giardino tra i Grattacieli: la nuova BIBLIOTECA DEGLI ALBERI in Porta Nuova

itinerario a piedi guidato da Monica Torri, architetto e guida turistica

NOVITA’

Negli anni Settanta, lo spazio vuoto e desolato compreso tra la memoria del Naviglio sforzesco e quella dei binari che lo fiancheggiavano era, semplicemente, il luogo in cui approdavano i tendoni circensi a Milano. Trent’anni più tardi, trapezi e clown lasciavano il posto all’operoso villaggio che dava vita ai grattacieli avveniristici di Porta Nuova.

Ci volle Expo per fare di questo spazio inedificato un inatteso campo di grano: una dorata installazione di Land Art firmata dall’americana Agnes Denes che simbolicamente riconnetteva l’area del cantiere più nuovo della città a una memoria agricola ormai lontana.

Oggi, che le guglie specchiate sono ormai parte consolidata del volto moderno di Milano, la Biblioteca degli Alberi può dirsi finalmente avviata: sentieri che come nastri chiari connettono i luoghi della città; foreste circolari ancora acerbe, ma già riconoscibili, compongono un labirinto di “stanze” verdi che accolgono una popolazione, già fitta, di amanti del verde o di semplici viandanti in cerca di natura, mentre poetici messaggi scritti sui percorsi e raccolti tra la gente del quartiere “firmano” il nuovo parco milanese.

Ben prima che i suoi alberi raggiungano l’imponenza necessaria per ombreggiare uomini e cose, la Biblioteca degli Alberi è già uno dei più amati parchi cittadini.

Percorso tra alberi e… immaginazione, alla scoperta dei Giardini di Porta Nuova.

 

NOTE NOVITA’
Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 1 ora e 30 minuti
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 12

NOVITA’ – DA PORTA NUOVA A BRERA: dagli interventi contemporanei alla città storica

itinerario guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

NOVITA’

S. Maria Incoronata

Si vuole percorrere al contrario l’evoluzione della città, dagli ultimi interventi urbani di Porta Nuova terminati per Expo 2015 o appena dopo, come il Parco Biblioteca degli Alberi, e in parte ancora in corso, come la Torre Unipol in costruzione, fino al cuore storico della città, nel quartiere degli artisti. Seguiamo un percorso interamente pedonale, che dalla Torre Diamante arriverebbe fino al Duomo: percorriamo un asse storico della città, l’asse di Porta Comasina, oggi corso Como e corso Garibaldi.

La modifica dello skyline milanese, iniziata nel 2005 nella zona Garibaldi/Repubblica/Isola, con Palazzo Lombardia, Torre Unicredit, Torre Diamante, Torre Solaria e Bosco Verticale è ormai un dato di fatto. Un mix funzionale di uffici, residenze, negozi, ristorazione, spazi pubblici caratterizza gli interventi urbani contemporanei, affinché siano fruibili in tutte le ore del giorno e durante tutta la settimana. Percorsi pedonali e ciclabili, parco attrezzato per tutte le età e arricchito da diversità biologica, spazi urbani con fontane e sculture.

Dopo la Porta Garibaldi della cerchia dei Bastioni spagnoli, troviamo la chiesa doppia di S. Maria Incoronata, voluta da Bianca Maria e Francesco Sforza, dove sono stati ritrovati i locali di una biblioteca quattrocentesca degli Agostiniani. Una deviazione ci conduce a quel che resta della Conca dell’Incoronata, con i suoi suggestivi antichi portali in legno per bloccare le acque, che permetteva alle acque del Naviglio della Martesana (oggi intubate dalla Cassina de Pomm) di raggiungere la cerchia interna dei navigli, dopo anche il laghetto di S. Marco, vicino alla omonima basilica.

Ritornando su corso Garibaldi, si può ammirare la mole della basilica paleocristiana di S. Simpliciano coi suoi 2 chiostri oggi utilizzati dalla Facoltà Teologica. Si finisce il percorso gironzolando per le vie di impianto medievale del quartiere Brera, tra tavolini di caffè, osterie, atelier di artisti e vecchie botteghe, non tralasciando il Palazzo dei Gesuiti che oggi ospita la Pinacoteca di Brera.

 

NOTE NOVITA’
Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 1 ora 30 min
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 12

NOVITA’ – Il Giardino tra i Grattacieli: la nuova BIBLIOTECA DEGLI ALBERI in Porta Nuova

itinerario a piedi guidato da Monica Torri, architetto e guida turistica

NOVITA’

Negli anni Settanta, lo spazio vuoto e desolato compreso tra la memoria del Naviglio sforzesco e quella dei binari che lo fiancheggiavano era, semplicemente, il luogo in cui approdavano i tendoni circensi a Milano. Trent’anni più tardi, trapezi e clown lasciavano il posto all’operoso villaggio che dava vita ai grattacieli avveniristici di Porta Nuova.

Ci volle Expo per fare di questo spazio inedificato un inatteso campo di grano: una dorata installazione di Land Art firmata dall’americana Agnes Denes che simbolicamente riconnetteva l’area del cantiere più nuovo della città a una memoria agricola ormai lontana.

Oggi, che le guglie specchiate sono ormai parte consolidata del volto moderno di Milano, la Biblioteca degli Alberi può dirsi finalmente avviata: sentieri che come nastri chiari connettono i luoghi della città; foreste circolari ancora acerbe, ma già riconoscibili, compongono un labirinto di “stanze” verdi che accolgono una popolazione, già fitta, di amanti del verde o di semplici viandanti in cerca di natura, mentre poetici messaggi scritti sui percorsi e raccolti tra la gente del quartiere “firmano” il nuovo parco milanese.

Ben prima che i suoi alberi raggiungano l’imponenza necessaria per ombreggiare uomini e cose, la Biblioteca degli Alberi è già uno dei più amati parchi cittadini.

Percorso tra alberi e… immaginazione, alla scoperta dei Giardini di Porta Nuova.

 

NOTE NOVITA’
Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 1 ora e 30 minuti
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 12

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

Il PARCO “Biblioteca degli alberi” a PORTA NUOVA: per diverse esperienze

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

UN PARCO DOVE FARE DIVERSE ESPERIENZE

Terzo parco pubblico del centro di Milano, dopo Parco Sempione e i Giardini Montanelli, la Biblioteca degli alberi è il nuovo grande parco progettato dallo studio olandese Inside Outside ai piedi dei grattacieli di Porta Nuova e del Bosco Verticale.

Il parco è attraversato da percorsi principali e secondari in calcestruzzo grigio e nero che collegano i tra loro le aree attive, le fermate dei mezzi pubblici e gli edifici più importanti; le aree individuate dai percorsi, dette campi, sono giardini fioriti, prati, piazze dure, spazi liberi, aree per cani, al fine di assicurarne la massima flessibilità d’uso. Su ciascuno di questi è piantata una composizione specifica di piante perenni o di cespugli che formano una serie di giardini architettonici e ornamentali. Idea innovativa sono le foreste circolari: ciascuna formata da alberi di una stessa specie, formano stanze naturali in cui si può conversare, riposarsi, ma anche fare piccoli convegni e attività all’aria aperta.

Appunto una Biblioteca degli Alberi: da percorrere e da vivere.

 

NOTE Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 1 ora e 30 minuti
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 12

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

GRATTACIELI e PARCO “Biblioteca degli Alberi” a PORTA NUOVA

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

Plastico masterplan Porta Nuova

 

A breve la descrizione…

Essendo i grattacieli privati non è consentito salirvi se non in speciali occasioni, pertanto la visita è solo in esterno.

 

 

NOTE Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 2 ore
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 15

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

Il nuovo PARCO “Biblioteca degli alberi” a PORTA NUOVA

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

 

Terzo parco pubblico del centro di Milano, dopo Parco Sempione e i Giardini Montanelli, la Biblioteca degli alberi è il nuovo grande parco progettato dallo studio Inside Outside ai piedi dei grattacieli di Porta Nuova e del Bosco Verticale.

Il parco è attraversato da percorsi principali e secondari in calcestruzzo grigio e nero che collegano i tra loro le aree attive, le fermate dei mezzi pubblici e gli edifici più importanti; le aree individuate dai percorsi, dette campi,  sono giardini fioriti, prati, piazze dure, spazi liberi, aree per cani, al fine di assicurarne la massima flessibilità d’uso. Su ciascuno di questi è piantata una composizione specifica di piante perenni o di cespugli che formano una serie di giardini architettonici e ornamentali. Idea innovativa sono le foreste circolari: ciascuna formata da alberi di una stessa specie, formano stanze naturali in cui si può conversare, riposarsi, ma anche fare piccoli convegni e attività all’aria aperta.

Il tutto è stato reso possibile da un uso innovativo del calcestruzzo, tutto da scoprire; interessante anche, che alterna scelte classiche come i tradizionali lampioni, e idee più moderne.

 

 

NOTE Per il ciclo di visite MILANO ALL’APERTO
Durata 1 ora e 30 minuti
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 12

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

Il nuovo PARCO “Biblioteca degli alberi” a PORTA NUOVA

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

 

Terzo parco pubblico del centro di Milano, dopo Parco Sempione e i Giardini Montanelli, la Biblioteca degli alberi è il nuovo grande parco progettato dallo studio Inside Outside ai piedi dei grattacieli di Porta Nuova e del Bosco Verticale.

Il parco è attraversato da percorsi principali e secondari in calcestruzzo grigio e nero che collegano i tra loro le aree attive, le fermate dei mezzi pubblici e gli edifici più importanti; le aree individuate dai percorsi, dette campi,  sono giardini fioriti, prati, piazze dure, spazi liberi, aree per cani, al fine di assicurarne la massima flessibilità d’uso. Su ciascuno di questi è piantata una composizione specifica di piante perenni o di cespugli che formano una serie di giardini architettonici e ornamentali. Idea innovativa sono le foreste circolari: ciascuna formata da alberi di una stessa specie, formano stanze naturali in cui si può conversare, riposarsi, ma anche fare piccoli convegni e attività all’aria aperta.

Il tutto è stato reso possibile da un uso innovativo del calcestruzzo, tutto da scoprire; interessante anche, che alterna scelte classiche come i tradizionali lampioni, e idee più moderne.

 

 

NOTE
Durata 1 ora e 30 minuti
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 10

Clicca qui per procedere con l’iscrizione alla visita!

Luci e grattacieli a PORTA NUOVA… aspettando il Parco

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

Citylife

  • Cosa è successo al volto storico della città di Milano  in questi ultimi anni?
  • Come mai questa serie di interventi edilizi, urbanistici, infrastrutturali dopo alcuni decenni di  “tranquilla” modernizzazione?
  • Cosa si intende per efficienza energetica e sostenibilità  in architettura?

Una passeggiata alla scoperta delle recenti trasformazioni di Milano in una delle zone centrali, rimasta un ‘vuoto urbano’ per più di mezzo secolo. Un intervento unitario per riqualificare un’area degradata e dismessa, con architetture di forte immagine, con edifici e spazi in dialogo costante col disegno urbano ed edilizio esistente, con un mix funzionale ed anche con un grande parco urbano.
Partendo dalla nuova piazza Gae Aulenti o dalla Torre Diamante, è previsto un percorso nei nuovi spazi urbani tra la stazione Garibaldi, Corso Como, via M. Gioia e viale della Liberazione, via de Castilla, per cogliere il nuovo modo di costruire (con vetro e acciaio), il rapporto della nuova architettura con la città esistente, problematiche e criticità, ma anche soluzioni progettuali, tecnologiche e urbane innovative.

L’itinerario può essere preceduto da un aperitivo o seguito da una cena in piazza Gae Aulenti

NOTE L’itinerario può essere preceduto da un aperitivo o seguito da una cena in piazza Gae Aulenti
Durata 1 ora 30 min
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 10

Luci e grattacieli a PORTA NUOVA

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

Citylife

  • Cosa è successo al volto storico della città di Milano  in questi ultimi anni?
  • Come mai questa serie di interventi edilizi, urbanistici, infrastrutturali dopo alcuni decenni di  “tranquilla” modernizzazione?
  • Cosa si intende per efficienza energetica e sostenibilità  in architettura?

Una passeggiata alla scoperta delle recenti trasformazioni di Milano in una delle zone centrali, rimasta un ‘vuoto urbano’ per più di mezzo secolo. Un intervento unitario per riqualificare un’area degradata e dismessa, con architetture di forte immagine, con edifici e spazi in dialogo costante col disegno urbano ed edilizio esistente, con un mix funzionale ed anche con un grande parco urbano.
Partendo dalla nuova piazza Gae Aulenti o dalla Torre Diamante, è previsto un percorso nei nuovi spazi urbani tra la stazione Garibaldi, Corso Como, via M. Gioia e viale della Liberazione, via de Castilla, per cogliere il nuovo modo di costruire (con vetro e acciaio), il rapporto della nuova architettura con la città esistente, problematiche e criticità, ma anche soluzioni progettuali, tecnologiche e urbane innovative.

NOTE
Durata 1 ora 30 min
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 10

Luci e grattacieli a PORTA NUOVA

itinerario a piedi guidato da Marta Candiani, architetto e guida turistica

Citylife

  • Cosa è successo al volto storico della città di Milano  in questi ultimi anni?
  • Come mai questa serie di interventi edilizi, urbanistici, infrastrutturali dopo alcuni decenni di  “tranquilla” modernizzazione?
  • Cosa si intende per efficienza energetica e sostenibilità  in architettura?

Una passeggiata alla scoperta delle recenti trasformazioni di Milano in una delle zone centrali, rimasta un ‘vuoto urbano’ per più di mezzo secolo. Un intervento unitario per riqualificare un’area degradata e dismessa, con architetture di forte immagine, con edifici e spazi in dialogo costante col disegno urbano ed edilizio esistente, con un mix funzionale ed anche con un grande parco urbano.
Partendo dalla nuova piazza Gae Aulenti o dalla Torre Diamante, è previsto un percorso nei nuovi spazi urbani tra la stazione Garibaldi, Corso Como, via M. Gioia e viale della Liberazione, via de Castilla, per cogliere il nuovo modo di costruire (con vetro e acciaio), il rapporto della nuova architettura con la città esistente, problematiche e criticità, ma anche soluzioni progettuali, tecnologiche e urbane innovative.

Si può terminare la visita con un aperitivo in zona

NOTE Si può terminare la visita con un aperitivo in zona
Durata 1 ora 30 min
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo visita € 10