Archivi tag: milano sotterranea

Basilica di S. LORENZO Maggiore

visita guidata da Marta Candiani, architetto e guida turistica

 

  • Che origine ha questa basilica paleocristiana? Quali e quante trasformazioni ha avuto nei secoli?
  • Come mai un edificio religioso con impianto centrale e così imponente a Milano? Con anche annessi altri edifici minori sempre a pianta centrale?
  • Cosa si nasconde sotto, nelle sua fondamenta?
  • A cosa servono le colonne antistanti?

La monumentale basilica paleocristiana è un edificio molto particolare ed interessante, sia per la secolare storia, sia per l’articolazione spaziale dell’edificio principale e di quelli annessi, con una volumetria molto ben leggibile dal retrostante Parco delle basiliche o piazza Vetra. Di origine paleocristiana, ma secondo un modello a pianta centrale poco diffuso nel nord Italia, non è ancora chiaro quando fu costruita, nel IV-V sec. Sicuro è che ha subito numerose trasformazioni, di cui la più importante è la costruzione della grande cupola ottagonale dopo il crollo della precedente cupola nel 1573. E’ un edificio complesso sia come impianto generale, sia per la struttura planimetrica e volumetrica, sia per il ricco e molteplice apparato decorativo, che copre i 1700 anni della cristianità ufficiale. Dei 3 edifici minori che la circondano, il più significativo è la cappella di S. Aquilino, che presenta mosaici (inizio V sec.), affreschi e impianto tipico del mausoleo romano, rimasto quasi tutto originario; e risulta essere costruito con pietre provenienti dall’Anfiteatro, non più utilizzato. Le colonne romane erano il lato di accesso a un grande quadriportico antistante la basilica.

 

NOTE
Durata 2 ore
Ritrovo 10 minuti prima dell’orario indicato – il punto di ritrovo verrà comunicato via mail agli iscritti
Costo € 12 + ingresso cappella S. Aquilino € 2 (ridotto € 1)

MILANO SOTTERRANEA: dalle origini romane ai resti medievali

visita guidata da Linda Bertella, storica dell’arte guida turistica

Battistero di S. Giovanni alle Fonti

La nostra visita sarà molto suggestiva e divisa in due fasi.  Inizieremo dalla cripta di San Giovanni in Conca, un tempo considerata una delle chiese più importanti della nostra città. Ripercorreremo la sua storia, le sue vicissitudini e, grazie ad una ricostruzione in 3D, cercheremo di capire come poteva essere l’aspetto dell’edificio in epoca paleocristiana e medioevale. Sarà l’occasione per far luce sulla terribile figura di Bernabò Visconti il cui monumento funebre originariamente era esposto nel presbiterio della chiesa. Terminata questa prima parte raggiungeremo l’area archeologica del Duomo dove tutt’ora sono visibili i resti del Battistero di San Giovanni alle Fonti e dell’abside di Santa Tecla, l’antica cattedrale estiva di Milano. Grazie ad un sapiente allestimento saremo in grado di ripercorrere la storia della nostra città da S. Ambrogio a Gian Galeazzo Visconti soffermandoci sui grandi cambiamenti che sono avvenuti in Piazza Duomo e nelle zone limitrofe. I resti del sepolcreto e della decorazione musiva delle volte rendono l’ambiente ancora più suggestivo e invitano ad immergersi in un’epoca lontana ma ancora di grande importanza.

NOTE
Durata 2 ore
Ritrovo in piazza Missori sotto la statua equestre (M3 – Missori), 10 min. prima dell’orario indicato
Costo visita € 12 + biglietto area archeologica del Duomo € 7

Chiesa e Cripta di S.SEPOLCRO e FORO ROMANO: il cuore dimenticato di Milano

visita guidata dal prof. Adriano Bernareggi, guida turistica

cripta con statua di S.Carlo orante

Cripta con statua di S.Carlo orante

Due ricchi monumenti di storia, d’arte e di fede si trovano sull’area dell’ antico Forum della Milano imperiale: la biblioteca-Pinacoteca Ambrosana e la chiesa del Santo Sepolcro. Entrambe rivelano nei loro sotterranei la presenza dell’originario lastricato con qualche segno della vita che vi si svolgeva. Ma in S. Sepolcro la parte ipogea è una vera e propria chiesa, coestesa con quella superiore, e ci mostra nelle colonne e nelle murature l’aspetto che doveva avere anche la parte superiore nel secolo XI. Originariamente dedicata alla Trinità, fu ridedicata al Santo Sepolcro nel 1100, in occasione del primo anniversario della conquista di Gerusalemme da parte dei Crociati. A quel tempo però il Forum aveva perso la sua funzione di centro amministrativo e religioso della città e fu proprio il rinnovato culto della Terrasanta a restituire a questo luogo una forza di attrazione. Qui S. Carlo Borromeo veniva a pregare su un simulacro del Santo Sepolcro e qui il cardinale Federico fondò la sua lungimirante istituzione. Sotto di lui la chiesa fu ridotta a forme tardo-rinascimentali e a fine ‘800 l’esterno fu rielaborato in uno stile romanico d’imitazione, mentre la cripta si riduceva a un magazzino. Oggi tutto il complesso è tornato accessibile alla meraviglia e alla fede dei visitatori.

NOTE  
Durata 1 ora 30 minuti
Ritrovo davanti alla Biblioteca Ambrosiana, piazza Pio XI (M1 Cordusio), 10 minuti prima dell’inizio della visita
Costo visita € 10
Altri costi € 3 biglietto Foro + € 10 biglietto Cripta (biglietto cumulativo Foro +Cripta € 11) + offerta x apertura chiesa min € 5 – si fa al momento