Archivi tag: graffitismo

tendenza dell’arte contemporanea che usa il graffito – maggiori esponenti Basquait e Haring

mostra “KEITH HARING. About art”

visita guidata da Massimo d’Antico, storico dell’arte e guida turistica

the tree of life, 1985

Una grande mostra che percorre l’intera vita artistica di Keith Haring, con una vastissima selezione di opere provenienti da tutto il mondo, mettendo in evidenza, accanto alla figura di artista militante, i riferimenti ampi e articolati ad altri artisti e linguaggi. Il collegamento tra culture diverse ed universali, che emerge chiaramente nelle sue tele, consolida la sua grandezza di artista.

NOTE ANNULLATA Iscrizione con pagamento anticipato di € 20 entro il 16 maggio
Durata 1 ora 15 min
Ritrovo fuori dal’ingresso della mostra a Palazzo Reale (M1 M3 Duomo)
Costo visita e boglietto € 20 (comprensivo di biglietto ridotto gruppi e sistema di microfonaggio); studenti € 16

mostra “Jean Michel BASQUIAT”

visita guidata da Massimo D’Antico, storico dell’arte e guida turistica

Come ogni artista “maledetto” Jean Michel Basquiat, scomparso nel 1988 a soli 27 anni, è riuscito nell’arco brevissimo di pochi anni a costruire una leggenda attorno alla sua figura e alla sua arte. A cura di Jeffrey Deitch e Gianni Mercurio. Con quasi 100 opere provenienti da collezioni private, la mostra attraversa la breve ma intensa carriera di Basquiat, che si è conclusa con la morte prematura.

In modo diretto e apparentemente infantile Basquiat e’ stato in grado di portare all’attenzione del grande pubblico tematiche essenziali sull’identità umana e sulla questione dolorosa e aperta della razza. È stato un personaggio fondamentale nella storia contemporanea americana perché capace di intrecciare, unico per quei tempi, l’energia urbana dannata di New York con le sue radici africane segnate dalla schiavitù e dalla diaspora.

Venti anni dopo la sua prima mostra al Whitney Museum of American Art (1992-1993) e dieci anni dopo la retrospettiva al Brooklyn Museum of Art (2005), questa esposizione mostrerà il ruolo centrale di Basquiat nella generazione dei suoi artisti coetanei e la funzione della sua arte come un ponte di collegamento tra le diverse culture.

 

NOTE ISCRIZIONE CON PAGAMENTO ANTICIPATO DI 21 € entro il 1 FEBBRAIO
Durata 1 ora e 15 minuti
Ritrovo  all’ingresso del Mudec, via Tortona (M2 Porta Genova, autobus 68), 10 min prima dell’orario indicato
Costo visita  € 21 compreso di biglietto con prenotazione  e sistema microfonaggio; studenti € 17