Archivio tag: chiese

Basilica di S. LORENZO Maggiore

visita guidata da Marta Candiani, architetto e guida turistica

135_lmd80-00135-01

  • Che origine ha questa basilica paleocristiana? Quali e quante trasformazioni ha avuto nei secoli?
  • Come mai un edificio religioso con impianto centrale e così imponente a Milano? Con anche annessi altri edifici minori sempre a pianta centrale?
  • Cosa si nasconde sotto, nelle sua fondamenta?
  • A cosa servono le colonne antistanti?

La monumentale basilica paleocristiana è un edificio molto particolare ed interessante, sia per la secolare storia, sia per l’articolazione spaziale dell’edificio principale e di quelli annessi, con una volumetria molto ben leggibile dal retrostante Parco delle basiliche o piazza Vetra. Di origine paleocristiana, ma secondo un modello a pianta centrale poco diffuso nel nord Italia, non è ancora chiaro quando fu costruita, nel IV-V sec. Sicuro è che ha subito numerose trasformazioni, di cui la più importante è la costruzione della grande cupola ottagonale dopo il crollo della precedente cupola nel 1573. E’ un edificio complesso sia come impianto generale, sia per la struttura planimetrica e volumetrica, sia per il ricco e molteplice apparato decorativo, che copre i 1700 anni della cristianità ufficiale. Dei 3 edifici minori che la circondano, il più significativo è la cappella di S. Aquilino, che presenta mosaici (inizio V sec.), affreschi e impianto tipico del mausoleo romano, rimasto quasi tutto originario; e risulta essere costruito con pietre provenienti dall’Anfiteatro, non più utilizzato. Le colonne romane erano il lato di accesso a un grande quadriportico antistante la basilica.

NOTE
Durata 2 ore
Ritrovo davanti alla Porta Ticinese, lato Grom (tram 3, bus 94), 10 min. prima dell’orario indicato
Costo € 12 + ingresso cappella S. Aquilino € 2 (ridotto € 1)

L’ABBAZIA DI MORIMONDO: chiesa e complesso monastico

visita guidata dalla dott.ssa Gabriella Parini, guida turistica

A circa 30 km da Milano, nella suggestiva cornice del Parco del Ticino, si erge imponente l’Abbazia di Morimondo, fondata nel 1134 da un gruppo di monaci cistercensi provenienti dalla Borgogna. La chiesa abbaziale, edificata dal 1182 al 1296, con l’armoniosa essenzialità delle sue forme, perfetto connubio tra romanico e gotico, è uno splendido esempio di architettura cistercense, espressione concreta della spiritualità dell’Ordine di Citeaux. Un lungo e complesso restauro, terminato nel 2008, ha reso accessibili alle visite, oltre alla chiesa, anche i principali ambienti dell’antico monastero quali il chiostro, la sala capitolare, lo scriptorium, il dormitorio e le sale da lavoro.

Al termine della visita è previsto un pranzo leggero in trattoria locale.

NOTE Chiedere in caso di necessità di un passaggio per raggiungere l’abbazia.

al termine della visita è previsto un pranzo leggero in trattoria locale

Durata 2 ore
Ritrovo davanti all’ingresso della chiesa
Costo  visita € 12 + biglietto intero € 7
Santuario Santa Maria dei Miracoli

Chiesa di S.MARIA presso S.CELSO

visita guidata dal prof. Adriano Bernareggi, guida turistica

navata centrale

Il santuario mariano di Santa Maria presso San Celso è noto soprattutto per il tradizionale omaggio che vi rendono le spose novelle, ma merita la massima attenzione come forte punto d’incontro delle arti e della devozione nell’età della Controriforma ambrosiana.

Costruito sul luogo della sepoltura dell’omonimo martire e fiancheggiato da ciò che resta della precedente basilica romanica, è il frutto di una vicenda costruttiva che vede impegnati per oltre un secolo i maggiori architetti operanti in Lombardia, dai Solari al Cesariano, dal Dolcebuono all’Alessi. La nota dominante è tuttavia quella impressa dalla facciata, che annuncia con le sculture del Fontana la Storia di Maria, protagonista del miracolo che ha dato origine al santuario. Se l’atrio antistante è un elemento raro a Milano, altrettanto lo è la pianta a deambulatorio dell’interno, che invita a un percorso devozionale culminante con lo scenografico altare della Madonna, ma anche per il non credente è occasione di incontri inattesi con artisti quali il Bergognone, il Procaccini e l’Appiani. E con quella testimonianza commovente che è il sarcofago paleocristiano del santo.

NOTE
Durata 1 ora 30 min
Ritrovo nell’atrio del Santuario, corso Italia 37
Costo € 10 + offerta chiesa

Chiesa di S. MAURIZIO al Monastero Maggiore

visita guidata dal prof. Adriano Bernareggi, guida turistica

2. L'aula claustrale

Fondato nell’alto medioevo, il Monastero Maggiore di Milano ha accolto per secoli le figlie dell’aristocrazia milanese, giungendo a un grado di ricchezza e splendore che è ben testimoniato dalla chiesa oggetto della visita. Essa risale ai primi del ‘500 ed è costituita da due aule separate, una riservata alle monache e l’altra accessibile ai fedeli. E’ decorata in ogni sua parte da affreschi di maestri lombardi dell’epoca, tra i quali si distinguono Bernardino Luini con la sua scuola, i Campi e il Peterzano. Si tratta di uno dei più vasti e organici complessi pittorici presenti nella regione, sostanzialmente ben conservato e accuratamente restaurato in anni recenti.  E se nell’aula pubblica prevalgono i temi narrativi (storie evangeliche, il martirio del santo titolare, presentazione della famiglia donatrice), l’aula monastica invita al raccoglimento e alla meditazione con figure austere e silenziose di santi e con paesaggi disabitati (esempi molto precoci di questo genere pittorico, forse ispirati a Leonardo?).

NOTE
Durata 1 ora e 30 minuti
Ritrovo all’ingresso della chiesa, corso Magenta 15 (M1, M2 Cadorna), 10 minuti prima dell’orario indicato
Costo visita € 10
Altri costi  offerta chiesa

Chiesa di S. MAURIZIO al Monastero Maggiore

visita guidata da Linda Bertella, guida turistica e storica dell’arte

2. L'aula claustrale

Fondato nell’alto medioevo, il Monastero Maggiore di Milano ha accolto per secoli le figlie dell’aristocrazia milanese, giungendo a un grado di ricchezza e splendore che è ben testimoniato dalla chiesa oggetto della visita. Essa risale ai primi del ‘500 ed è costituita da due aule separate, una riservata alle monache e l’altra accessibile ai fedeli. E’ decorata in ogni sua parte da affreschi di maestri lombardi dell’epoca, tra i quali si distinguono Bernardino Luini con la sua scuola, i Campi e il Peterzano. Si tratta di uno dei più vasti e organici complessi pittorici presenti nella regione, sostanzialmente ben conservato e accuratamente restaurato in anni recenti.  E se nell’aula pubblica prevalgono i temi narrativi (storie evangeliche, il martirio del santo titolare, presentazione della famiglia donatrice), l’aula monastica invita al raccoglimento e alla meditazione con figure austere e silenziose di santi e con paesaggi disabitati (esempi molto precoci di questo genere pittorico, forse ispirati a Leonardo?).

NOTE
Durata 1 ora e 15 minuti
Ritrovo all’ingresso della chiesa, corso Magenta 15 (M1, M2 Cadorna), 10 minuti prima dell’orario indicato
Costo visita € 8
Altri costi  offerta chiesa