Archivio tag: Ca’ Granda

CA’ GRANDA – Ospedale Maggiore di Milano

LA CA’ GRANDA: da Ospedale Maggiore ad Università

visita guidata da Monica Torri, architetto e guida turistica

Cortile Richini

Cortile del Richini

Quello che nella Milano moderna è la sede dell’Università Statale, è stata fino all’inizio del Novecento la sede dell’Ospedale più importante della città. A fondarlo, il duca Francesco Sforza signore di Milano, che nel 1456 commissionò all’architetto Filarete un progetto grandioso e all’avanguardia, destinato a divenire modello per gli ospedali di tutta EuropaAffacciato sulle acque del Naviglio che servivano al trasporto delle merci, l’ospedale era stato previsto con un’ala maschile e una femminile, con tubazioni in piombo e con una latrina ogni due letti: una dotazione di servizi per l’epoca modernissimi.

Nonostante le stratificazioni e le aggiunte, nonostante i gravi danni provocati dai bombardamenti del 1943, la Ca’ Granda resta uno degli edifici pubblici più importanti del Quattrocento Milanese, con i suoi cortili storici, dove i recenti restauri hanno riportato alla luce anche le tracce dell’antica ghiacciaiaMa resta anche un edificio di che si nasconde dietro il rigoroso impianto ad quadratum con cui fu concepito. Una storia di arte e di devozione che si intreccia e che trapela anche adesso che i malati hanno lasciato il posto al brulicare vivace degli studenti dell’Università. Una storia che è anche di accoglienza verso i più deboli e che fu all’origine dell’istituzione del grande Ospedale  Maggiore di Milano.

E’ possibile terminare la visita con un brunch in zona.

NOTE  E’ possibile terminare la visita con un brunch in zona
Durata 2 ore
Ritrovo davanti all’ingresso principale dell’Università, in via Festa del Perdono, 7 (M1 Duomo, M3 Missori), 10 minuti prima dell’orario indicato
Costo € 12

LA CA’ GRANDA: da Ospedale Maggiore ad Università

visita guidata dal prof. Adriano Bernareggi

Cortile Richini

La Ca’ Granda, oggi sede universitaria, è nata come Ospedale Maggiore di Milano, fondato da Francesco Sforza a metà del secolo XV, su progetto del Filarete. La costruzione si è protratta per quasi tutta la vita dell’Ospedale, rispettando in sostanza il piano originario, pur con modifiche e vistosi aggiornamenti stilistici. Siamo in presenza di un complesso edilizio estremamente articolato, dotato di strutture atte a renderlo autosufficiente (ghiacciaia, legnaia, farmacia, cappella, ecc.); i sotterranei servirono a lungo come cimitero e non manca nemmeno un porticciolo sul già prospiciente Naviglio. L’ultima guerra ha portato gravi danni, per cui la visita ha per oggetto non solo le strutture storiche ma anche le soluzioni di restauro e di adeguamento alle nuove funzioni.

NOTE
Durata 1 ora 15  minuti
Ritrovo davanti all’ingresso principale in Largo Richini (M1 Duomo, M3 Missori), 10 minuti prima dell’orario indicato
Costo € 8

LA CA’ GRANDA: da Ospedale Maggiore ad Università

visita guidata dal prof. Adriano Bernareggi

Cortile Richini

La Ca’ Granda, oggi sede universitaria, è nata come Ospedale Maggiore di Milano, fondato da Francesco Sforza a metà del secolo XV, su progetto del Filarete. La costruzione si è protratta per quasi tutta la vita dell’Ospedale, rispettando in sostanza il piano originario, pur con modifiche e vistosi aggiornamenti stilistici. Siamo in presenza di un complesso edilizio estremamente articolato, dotato di strutture atte a renderlo autosufficiente (ghiacciaia, legnaia, farmacia, cappella, ecc.); i sotterranei servirono a lungo come cimitero e non manca nemmeno un porticciolo sul già prospiciente Naviglio. L’ultima guerra ha portato gravi danni, per cui la visita ha per oggetto non solo le strutture storiche ma anche le soluzioni di restauro e di adeguamento alle nuove funzioni.

NOTE
Durata 1 ora e 15  minuti
Ritrovo davanti all’ingresso principale in Largo Richini (M1 Duomo, M3 Missori), 10 minuti prima dell’orario indicato
Costo 8€

L’OSPEDALE DI NIGUARDA: Sironi, Martini, Messina e altre storie

Itinerario guidato da Monica Torri, architetto e guida turistica

Martini Benefattori Niguarda

Era il 1939 quando, in anticipo rispetto ai tempi previsti, si inaugurava il nuovissimo Ospedale di Niguarda. Un’importante eredità di eccellenza e di solidarietà che si tramandava da quella Ca’ Granda che Francesco Sforza aveva eretto cinquecento anni prima, per inseguire il suo sogno di grandezza.
A tramandare questo messaggio centrato sull’uomo, un ricco corredo di opere d’arte eseguite dai maggiori artisti del Novecento, tra cui Arturo Martini, Mario Sironi e Francesco Messina, i cui gruppi scultorei con le figure del duca e di San Carlo Borromeo, sotto l’emblema della Colomba, accolgono ancora oggi chi entra.
L’Ospedale, vera e propria cittadella della salute, è oggi al centro di un grande e importante progetto di ampliamento che rinnova quella tradizione dell’istituzione come luogo all’avanguardia nella scienza medica. I suoi nuovi e funzionali padiglioni infatti, pur nella loro modernità architettonica, non cessano di mantenere un legame simbolico e forte con quella nobile tradizione.

 

Durata: 2 ore

Ritrovo: all’ingresso principale dell’ospedale

Costo: 10€

Ingresso: 3€

LA CA’ GRANDA: da Ospedale Maggiore ad Università

visita guidata dal prof. Adriano Bernareggi

Cortile Richini

La Ca’ Granda, oggi sede universitaria, è nata come Ospedale Maggiore di Milano, fondato da Francesco Sforza a metà del secolo XV, su progetto del Filarete. La costruzione si è protratta per quasi tutta la vita dell’Ospedale, rispettando in sostanza il piano originario, pur con modifiche e vistosi aggiornamenti stilistici. Siamo in presenza di un complesso edilizio estremamente articolato, dotato di strutture atte a renderlo autosufficiente (ghiacciaia, legnaia, farmacia, cappella, ecc.); i sotterranei servirono a lungo come cimitero e non manca nemmeno un porticciolo sul già prospiciente Naviglio. L’ultima guerra ha portato gravi danni, per cui la visita ha per oggetto non solo le strutture storiche ma anche le soluzioni di restauro e di adeguamento alle nuove funzioni.

NOTE
Durata 1 ora e 15  minuti
Ritrovo davanti all’ingresso principale in Largo Richini (M1 Duomo, M3 Missori), 10 minuti prima dell’orario indicato
Costo 8€

LA CA’ GRANDA: da Ospedale Maggiore ad Università

visita guidata dal prof. Adriano Bernareggi

Cortile Richini

La Ca’ Granda, oggi sede universitaria, è nata come Ospedale Maggiore di Milano, fondato da Francesco Sforza a metà del secolo XV, su progetto del Filarete. La costruzione si è protratta per quasi tutta la vita dell’Ospedale, rispettando in sostanza il piano originario, pur con modifiche e vistosi aggiornamenti stilistici. Siamo in presenza di un complesso edilizio estremamente articolato, dotato di strutture atte a renderlo autosufficiente (ghiacciaia, legnaia, farmacia, cappella, ecc.); i sotterranei servirono a lungo come cimitero e non manca nemmeno un porticciolo sul già prospiciente Naviglio. L’ultima guerra ha portato gravi danni, per cui la visita ha per oggetto non solo le strutture storiche ma anche le soluzioni di restauro e di adeguamento alle nuove funzioni.

NOTE
Durata 1 ora e 15  minuti
Ritrovo davanti all’ingresso principale in Largo Richini (M1 Duomo, M3 Missori), 10 minuti prima dell’orario indicato
Costo 8€

LA CA’ GRANDA: da Ospedale Maggiore ad Università

visita guidata dal prof. Adriano Bernareggi

01-foto aerea Ca GrandaLa Ca’ Granda, oggi sede universitaria, è nata come Ospedale Maggiore di Milano, fondato da Francesco Sforza a metà del secolo XV, su progetto del Filarete. La costruzione si è protratta per quasi tutta la vita dell’Ospedale, rispettando in sostanza il piano originario, pur con modifiche e vistosi aggiornamenti stilistici. Siamo in presenza di un complesso edilizio estremamente articolato, dotato di strutture atte a renderlo 800px-7011_-_Milano_-_Università_Statale_-_Chiostro_dei_bagni_-_Foto_Giovanni_Dall'Orto,_22-Feb-2008autosufficiente (ghiacciaia, legnaia, farmacia, cappella, ecc.); i sotterranei servirono a lungo come cimitero e non manca nemmeno un porticciolo sul già prospiciente Naviglio. L’ultima guerra ha portato gravi danni, per cui la visita ha per oggetto non solo le strutture storiche ma anche le soluzioni di restauro e di adeguamento alle nuove funzioni.

NOTE
Durata 1 ora e 15  minuti
Ritrovo davanti all’ingresso principale in Largo Richini (M1 Duomo, M3 Missori), 10 minuti prima dell’orario indicato
Costo 8€