Dal QT8 all’area del PORTELLO, Parco e nuove architetture

Itinerario guidato da Monica Torri, architetto e guida turistica

16052009037n-150x150

Nella Milano del dopoguerra, un gruppo di architetti capeggiati da P. Bottoni sperimentava un nuovo concetto di quartiere urbano, fondato su un razionale impianto urbanistico e su tecnologie costruttive d’avanguardia, con case a basso costo immerse nel verde privato e legate al grande parco del Monte Stella. E il Quartiere, sorto in occasione dell’VIII Triennale (da cui il nome di QT8), divenne in breve un modello progettuale per le future generazioni.
Oggi a breve distanza dal QT8, nella zona che ai primi del Novecento vide sorgere la storica fabbrica dell’Alfa Romeo, l’Area del Portello rivive con un progetto contemporaneo firmato da G. Valle, C. Zucchi, G. Canali. alfa-romeo-logoResidenze libere e in convenzione, edifici direzionali e commerciali che, sostituendosi ai vecchi stabilimenti, restituiscono alla città un’area enorme, incentrata sul grande parco-scultura che lo Studio Land ha creato, ricollegandosi sia al mito della velocità delle mitiche auto dell’Alfa, sia al sinuoso profilo del vicino Monte Stella.

 

Mappa Parco del Portello

Mappa Parco del Portello

Visualizza gli eventi correlati: Milano contemporanea