CAPOLAVORI SCONOSCIUTI del MUSEO DIOCESANO

itinerario guidato da Lara Ioan, guida turistica

 

Nell’area della movida milanese, Porta Ticinese, si trova uno dei musei più vasti e ricchi di Milano, il Diocesano. Perché è ancora poco conosciuto? Si tende ad immaginare che l’arte sacra sia ripetitiva e celebrativa, in realtà a partire dal Medioevo a tutto il Seicento i maggiori committenti erano proprio gli ordini religiosi ed i cardinali.

Anche se dovevano sottostare a regole ben precise, gli artisti riuscirono comunque ad esprimere il loro genio, creando dei capolavori che, pur di soggetto religioso, riescono a trasmetterci le stesse emozioni dell’arte profana. Simone Peterzano, Fede Galizia, il Cerano, Giulio Cesare Procaccini, il Morazzone, Francesco Hayez, Mosè Bianchi, Lucio Fontana sono solo alcuni degli artisti esposti nel museo.

Inoltre reperti storici come il letto dove morì Sant’Ambrogio, i suoi oggetti risalenti al IV secolo d. C. e strettamente legati alla storia di Milano creano un piacevole diversivo all’itinerario pittorico. Ed al termine della visita ci si rituffa nella “mondanità” milanese con i vari locali aperti fino a tarda notte.

Visualizza gli eventi correlati: Musei e collezioni